NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Sistemi aderenti

Tramite il SAN, è possibile accedere alle descrizioni archivistiche contenute nei seguenti sistemi informativi che hanno aderito al portale:

 

 

Fondazione Gramsci Onlus

 

Denominazione

Fondazione Gramsci Onlus

 

Acronimo

FIG

 

Descrizione

2004: La Guida agli archivi della Fondazione Gramsci on line viene pubblicata sul sito web della Fondazione; 2006: la Fondazione inizia la pubblicazione on line degli inventari dei suoi archivi sul proprio sito web. Ad oggi sono consultabili on line: l’inventario dell’archivio del Partito comunista italiano per gli anni 1945-1980; gli inventari degli archivi del “Fondo Antonio Gramsci”, vale a dire l’ archivio di Antonio Gramsci e i fondi Carte Giulia Schucht, Carte Tatiana Schucht, Carte Piero Sraffa, Carte Famiglia Gramsci e Carte Famiglia Schucht ; gli inventari degli archivi della Sezione di Mogadiscio del Pci (1942-1951) e dell’Istituto Gramsci e gli inventari degli archivi personali di: Sibilla Aleramo, Enrico Berlinguer, Paolo Bufalini, Luigi Longo, Alessandro Natta, Gian Carlo Pajetta, Ugo Pecchioli, Palmiro Togliatti e Luchino Visconti. Parallelamente alla consultazione degli inventari sul sito web della Fondazione sono accessibili in formato digitale gli archivi di Palmiro Togliatti, Ugo Pecchioli e Paolo Bufalini dal sito del Senato della Repubblica, nell’ambito del progetto “Archivi on line”.

 

Url

 

Descrizione storica

Nel 1950 fu costituita in Roma la Fondazione Antonio Gramsci (ridenominata Istituto Gramsci nel 1954) con il proposito di raccogliere la documentazione relativa all‘opera e al pensiero di Antonio Gramsci e di dare impulso alle ricerche sulla storia del movimento operaio italiano e internazionale. Il nucleo originario del patrimonio fu costituito in particolare dai libri e dalle riviste appartenuti a Gramsci, ai quali si aggiunsero all’inizio degli anni Sessanta, al momento della costituzione dell’archivio, i manoscritti originali dei Quaderni del carcere e delle Lettere. Nel 1982 nasce la Fondazione Istituto Gramsci che eredita il patrimonio archivistico e bibliotecario dell’Istituto. Dal 1994 la Fondazione conserva l'intero Archivio storico del Partito Comunista Italiano, dall'anno della sua costituzione (1921) all'anno del suo scioglimento (1991).La Fondazione è una fondazione con personalità giuridica senza scopo di lucro che promuove studi e ricerche sull'opera e il pensiero di Antonio Gramsci, sulla storia italiana e internazionale del XX secolo, sulle culture politiche italiane ed europee, sui caratteri economici, socio-culturali e politici della globalizzazione, sui processi dell'integrazione europea. La Fondazione garantisce l'apertura giornaliera al pubblico dell'Archivio e della Biblioteca. Tutti i servizi prestati agli utenti sono gratuiti. La Fondazione dispone di archivi di valore assai rilevante per lo studio della storia politica, sociale e culturale dell’Italia nel Novecento, con particolare riferimento alla storia dell'Italia repubblicana. Spiccano fra essi l’archivio storico del Partito Comunista Italiano, che costituisce uno dei più grandi archivi privati di fonti per lo studio della storia politica e sociale del Novecento e gli archivi di Antonio Gramsci, Sibilla Aleramo e Luchino Visconti. La Fondazione dispone di una Biblioteca di circa 140.000 tra volumi monografici, volumi periodici e opuscoli inventariati e catalogati, a disposizione degli utenti, che abbracciano numerosi settori disciplinari, privilegiando gli studi storici. La Biblioteca aderisce alla rete del Servizio Bibliotecario nazionale (SBN). La Fondazione organizza convegni internazionali, seminari di studio, conferenze, corsi, mostre, attività formative e bandisce periodicamente borse di studio. Pubblica gli “Annali della Fondazione Istituto Gramsci”, il “Rapporto Annuale sull'integrazione europea”, l’annuario “Studi gramsciani nel mondo” la rivista trimestrale “Studi Storici” e i volumi dell’Edizione nazionale degli scritti di Antonio Gramsci oltre a volumi monografici e atti di convegni.

 

Data inizio

2004