NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

Magistrato straordinario - Ente

 

Tipologia

Ente

 

Forma autorizzata del nome

Magistrato straordinario  Linked Open Data: san.cat.sogP.85621

 

Data di esistenza

1541 - 1749

 

Sede

Milano

 

Tipo ente

Organi statali e di governo, istituzioni, magistrature centrali e locali pre-unitari di antico regime

 

Descrizione

Il Magistrato straordinario, istituito nel 1541, era incaricato della gestione dei beni patrimoniali del principe e dei cespiti di reddito straordinari derivanti da feudi, regalie e confische. Il Magistrato si doveva inoltre occupare della gestione di diverse materie: eredità vacanti, pulizia di laghi e corsi d'acqua regi, controllo sull'esportazioni di generi di prima necessità. In base alle Novae Constitutiones dello Stato di Milano, il Magistrato straordinario era composto da un presidente e sei questori, dai quali dipendevano una folta schiera di funzionari. Ad esso, dal 1563, fu aggregato l'Ufficio delle biade, assumendo giurisdizione in materia annonaria. Con editto 30 aprile 1749 fu unito al Magistrato straordinario, andando a costituire un unico Magistrato camerale. Bibliografia: CIVITA = PROGETTO CIVITA, Le istituzioni storiche del territorio lombardo - scheda descrittiva ad vocem

 

Sistema aderente

SIAS. Sistema Informativo degli Archivi di Stato.

 

URL Scheda provenienza