NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

Magistrato ordinario - Ente

 

Tipologia

Ente

 

Forma autorizzata del nome

Magistrato ordinario  Linked Open Data: san.cat.sogP.85610

 

Data di esistenza

1541 - 1749

 

Sede

Milano

 

Tipo ente

Organi statali e di governo, istituzioni, magistrature centrali e locali pre-unitari di antico regime

 

Descrizione

Il Magistrato ordinario, istituito nel 1541, era competente in qualsiasi materia economica e finanziaria: curava l'amministrazione dei proventi ordinari, quali dazi, imposte dirette ed indirette; svolgeva una parte preponderante nella preparazione dei progetti di legge in materia finanziaria; vigilava sulle monete circolanti, in collaborazione con il giudice delle monete; aveva un ruolo consultivo in merito a qualunque materia potesse interessare la regia camera. Secondo le Novae Constitutiones dello Stato di Milano, il Magistrato ordinario si componeva di un presidente e sei questori, coadiuvati da una folta schiera di uffici e funzionari: i referendari, la banca del notariato della camera, la banca del sale, la banca delle imprese, la banca delle tasse, la banca del mensuale; i tesorieri del tribunale; i ragionati della camera; l'ufficio delle munizioni e lavoreri. Con editto 30 aprile 1749 fu unito al Magistrato straordinario, andando a costituire un unico Magistrato camerale. Bibliografia: CIVITA = PROGETTO CIVITA, Le istituzioni storiche del territorio lombardo - scheda descrittiva ad vocem

 

Sistema aderente

SIAS. Sistema Informativo degli Archivi di Stato.

 

URL Scheda provenienza