NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

Santa Maria Maddalena delle Santucce di Cortona, monastero - Ente

 

Tipologia

Ente

 

Forma autorizzata del nome

Santa Maria Maddalena delle Santucce di Cortona, monastero  Linked Open Data: san.cat.sogP.23555

 

Altre denominazioni

Santucce

 

Data di esistenza

1270 ca. - 1808

 

Sede

Cortona, Arezzo

 

Descrizione

Monastero femminile benedettino appartenente alla congregazione delle Santucce, fondato a Cortona intorno al 1270 dalla beata Santuccia Carabotti di Gubbio. Le monache aderenti alla congregazione vivevano secondo la regola benedettina riformata dal beato Sperandio, monaco ed abate di San Pietro di Gubbio. Uno degli elementi caratterizzanti dell'organizzazione monastica data dalla fondatrice fu la notevole mitigazione della regola della clausura che determino la vivace reazione dei vescovi; tuttavia la congregazione venne protetta dalla Santa Sede, cui fu immediatamente soggetta. Dopo il concilio di Trento la clausura venne introdotta anche nei monasteri delle Santucce e cesso il contatto fra i diversi istituti. La congregazione comincio a declinare, perdendo ogni diritto sui monasteri delle diverse citta che passarono sotto la giurisdizione vescovile. Il monastero cortonese rientro sotto la giurisdizione del vescovo di Cortona. Fu soppresso nel 1808.

 

Sistema aderente

SIASFI. Sistema Informatico dell’Archivio di Stato di Firenze.

 

URL Scheda provenienza