NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

Magistrato politico camerale - Ente

 

Tipologia

Ente

 

Forma autorizzata del nome

Magistrato politico camerale  Linked Open Data: san.cat.sogP.21476

 

Data Istituzione

1791

 

Data Soppressione

1796

 

Sede

Milano

 

Tipo ente

preunitari

 

Descrizione

Con reale dispaccio 30 gennaio 1791, il Consiglio di governo fu trasformato in un dicastero denominato Magistrato politico camerale, con l'incarico di tutti gli affari politici, economici e camerali dello Stato di Milano (dispaccio 30 gen 1791). Il dicastero, formato da un presidente e sei consiglieri, conservò sostanzialmente la precedente struttura dipartimentale e il personale del cessato Consiglio di governo. In base al reale dispaccio 27 febbraio 1792, accanto alle prevalenti competenze in materia economica e camerale, al Magistrato politico camerale spettava la vigilanza sugli affari riguardanti la sanità, l'istruzione e la religione (dispaccio 27 feb 1792). In qualità di supremo organo economico e finanziario, ad esso facevano capo i ripristinati regi delegati e, per gli oggetti demaniali e camerali, le intendenze provinciali di finanza. Il Magistrato politico camerale fu soppresso con ordinanza del generale in capo dell'armata d'Italia e del commissario del Direttorio esecutivo della Repubblica francese datata 19 maggio 1796 (ordinanza 30 fiorile a. IV) (Civita, profilo "Magistrato politico camerale (1791 - 1796)", risorsa Internet verificata il 01/09/2005).

 

Sistema aderente

LBC Archivi. Lombardia Beni Culturali - Archivi

 

URL Scheda provenienza