NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 
 

Museo della liquirizia Giorgio Amarelli

Denominazione:

Museo della liquirizia Giorgio Amarelli  Linked Open Data: san.cat.sogC.10232

 

Tipo Soggetto Conservatore:

- accademia/ente di cultura

 

Descrizione:

Il Museo della liquirizia Giorgio Amarelli, aperto il 21 maggio 2001, ha ottenuto nello stesso anno il "Premio Gugghenheim Impresa & Cultura" e nel 2004 le "Poste Italiane" hanno voluto riconoscere l'unicità di tale Museo, dedicandogli un francobollo della serie "Il Patrimonio artistico e culturale italiano" emesso in 3.500.000 esemplari. Molto interessante la visita che racconta una storia davvero unica facendo riscoprire fra oggetti del passato ed etichette d'epoca, un'esperienza di vita e di lavoro che si prolunga nel tempo, sapendosi adeguare al suo divenire. Difatti il Museo della liquirizia Giorgio Amarelli è l'unico in Italia ad esporre al suo interno gli attrezzi utilizzati nella lavorazione, nella commercializzazione, e nell'estrazione della radice da cui si ricava la liquirizia, oltre ad abiti, oggetti, manoscritti e documenti legati alla famiglia Amarelli, impegnata da circa 4 secoli nella produzione della celebre liquirizia omonima. La Amarelli è un'azienda familiare nata a Rossano (CS) volta alla coltivazione, raccolta e lavorazione della liquirizia. Antichi documenti attestano che già intorno al 1500 la famiglia Amarelli commercializzava i rami sotterranei della liquirizia. Nel 1731, per valorizzare al massimo l'impiego di questo prodotto tipico della costa ionica calabrese, gli Amarelli fondarono un impianto proto-industriale, detto "concio", per l'estrazione del succo dalle radici di questa benefica pianta. Nascono così le liquirizie, nere, br...

 

Sede:

SS.106 contrada Amarelli - 87067, Rossano (Cosenza)

 

Contatti:

tel: 0983511219
fax: 0983510512
email: info@museodellaliquirizia.it

 

Servizio consultazione al pubblico:

Si
 

Schede conservatori nei sistemi di provenienza: