NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Link alla pagina di visualizzazione nel sistema afferente


Archivio di Stato di Trento, Capitolo del Duomo di Trento, Pergamena ITASTNCAPITOLODUOMON1249 

Archivio di Stato di Trento, Capitolo del Duomo di Trento, Pergamena ITASTNCAPITOLODUOMON1249

Carta di debito. “Sia noto e manifesto chome ogi questo dì .xvij. di giungno 1478 lo illustre signore Roberto de Aragonia de Santo Severino si fa principale debitore e pagatore a Iachomo Chocchorella merchatante de Verzelli de lire mille quattordici soldi dieci di moneta di Milano, cioè lire 1014 soldi 10 di Milano”, somma dovuta al creditore per l’acquisto di pezze di panno di colore rosso, turchino e bianco per confezionare giornee (“zornee”). Il giorno 13 maggio 1479, agendo in qualità di “factore” del mercante e creditote “Iacobo Cocorelo” e con apposita di lui procura di azione in questo negozio, Guglielmo “Cemoro” dichiara di aver ricevuto 211 ducati d’oro a saldo ed integrale pagamento della somma del credito vantato da Giacomo nei confronti di Roberto da Sanseverino, e prega “Giobanne Paladino” di redigere e sottoscrivere a suo nome la “presente scriptura” privata di quietanza. Originale (id. SIAS 890502704)