NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Piaggio, Io, la Vespa, 1959

Io e la Vespa si inserisce nella vasta produzione cinematografica di Luciano Emmer, in stretta contiguità sia con la sua attività pubblicitaria, sia con la sua filmografia del periodo. Voce narrante della divertente favola di Vespa è Vespa stessa, che descrive in soggettiva le diverse fasi della propria vita. Dopo alcune scene relative alla costruzione e alla spedizione dallo stabilimento di Pontedera, la scena si sposta in una Roma da cartolina, nella quale i numerosissimi scooter hanno sviluppato una sorta di "civiltà parallela" a quella degli uomini. La vicenda della protagonista – acquistata da un postino – si intreccia allora con quella di altre Vespa, che svolgono le mansioni più disparate al servizio dei loro padroni. Il punto di vista resta però quello dello scooter, come mostra l'ampio ricorso a inquadrature di soggettiva della Vespa, che esaltano le cromature e le parti meccaniche dei veicoli. Il film fu doppiato e distribuito da Piaggio in numerosi paesi europei. Regia di Luciano Emmer e Marcello Baldi, 1959. (Archivio nazionale del cinema d'impresa, Fondo Piaggio).