NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Eni, Gasducto del Sur, 1966

Il progetto del gasdotto argentino nasce da un consorzio tra Snamprogetti, Saipem, Italsider del Gruppo Irifim-Sider - Siderexport, Fiat Grandi Motori, Nuovo Pignone e Pignone Sud di Firenze, Società generale Telefonia ed Elettronica, Dalmine, del gruppo Irifim - Sider ed Ercole Marelli. L'Eni sta crescendo rapidamente e porta la sua capacità e le sue tecnologie oltre i confini nazionali, nell'obiettivo di attuare un processo di internazionalizzazione. Nasce così la costruzione del gasdotto in Argentina che, attraversando la Patagonia, spinge il gas dalla regione di Santa Cruz, convogliandolo dalla stazione di avvio di Pico Truncado, fino a Buenos Aires. Il gasdotto giunge nella capitale argentina affrontando diversi ostacoli durante il suo tragitto: un'inondazione provoca così una brusca interruzione dei lavori e una difficoltosa ripresa dell'operazione di interramento dei tubi. Il filmato è impreziosito da alcune notazioni poetiche, come l'eco della radio locale o la raccolta dei frutti di mare da parte degli abitanti delle bidonvilles. Regia di Valentino Orsini, 1966 (Archivio nazionale del cinema d'impresa, Fondo ENI)