NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Fiat, La Natura, la pazienza e il sogno nelle immagini della 130, 1969

Valentino Orsini sceglie di mettere in scena il mito dell'automobile attraverso il montaggio di immagini fotografiche realizzate da fotografi d'eccezione. Più che un film su un'automobile ne deriva un'opera sul modo di descrivere i valori di una macchina con la fotografia. Il regista segue così il lavoro di tre diversi fotografi, documentandone la diversità d'approccio nel presentare la nuova vettura Fiat 130. Il primo, John Braison, realizza il proprio servizio sulle montagne desertiche del Colorado. Il secondo, lo svizzero Benny Trutman, effettua le riprese in studio lavorando sulla luce e infine il terzo, Franco Rubartelli, il più creativo, mette in scena una sorta di omaggio a Fellini utilizzando grandi sagome cartonate e dei modellini che riproducono delle Fiat 130 in miniatura. Decide inoltre di privilegiare la conturbante bellezza della modella Veruschka, testimonial del prodotto, per trasmettere la dimensione della seduzione e del sogno. Regia di Valentino Orsini, 1969 (Archivio nazionale cinema d'impresa, Fondo Fiat)