NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Aroldo, partitura manoscritta, 1857

Autografo dell'opera Aroldo di Giuseppe Verdi che ha riutilizzato la partitura manoscritta di Stiffelio (1850), provvedendo ad apportarvi tutte le modifiche necessarie. Anche nei brani sostanzialmente simili, Verdi ha comunque introdotto innovazioni significative, come ad esempio nella "Sinfonia" in cui è abbreviato di 10 battute il motivo affidato alle trombe ed eliminato, cancellando l'inchiostro con il dito, il tema che compare nel finale di Stiffelio, sostituito in Aroldo da un IV Atto composto ex novo; interessante verificare come sul primo foglio della partitura il titolo sia rimasto Stiffelio e non Aroldo, mentre altrove, come nel II Atto, viene apportato il cambiamento e correttamente modificato il nome della protagonista femminile da Lina in Mina, 1857 (Archivio storico Ricordi)