NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

Comune preunitario di Monteleone di Spoleto, Monteleone di Spoleto (Perugia), Diplomatico, 1   Attiva zoom sull' immagine nella pagina corrente Disattiva zoom sull' immagine nella pagina corrente

Al recto: Carolus Cerrus Utriusque Iurium referendarius in hac Curie causarum Cameralis ..." e vicegerente della Curia delle cause camerali, comunica che ad istanza dei fratelli Albertus e Hieronymus de Franceschinis furono citati e ammoniti i signori Ioannes Augustinus Carmignani e Ioseph Morettus tramite il loro procuratore Hieronymus Faraglia e venne rilasciato contro di loro un mandato "de immictendo" in data 7 febbraio 1698 in vigore di un istrumento dotale avallato da obbligazioni incerte, senza pregiudizio di ulteriori diritti a favore dei signori istanti. Ordina quindi, in virtù del precedente mandato, di immettere nel possesso "reale e corporale" dei beni e fondi dotali della fu Bonaventura, loro madre, i signori de Franceschinis e "respettive" casa e denari dotali del fu Ioseph de Franceschinis marito e padre rispettivo, detenutida Iacobus fabbro murario, con tutti i diritti, membri e pertinenze e di provvedere al reintegro, se necessario, del possesso espellendone senza indugio i de Morettis ed il loro procuratore e difendendo i beni da ogni occupatore a favore del legittimi procuratore dei de Franceschinis, rifondendoli anche delle spese della citazione, pari a 30 giuli, e di ogni altra spesa intercorsa tra le parti. Sotto: "Bona de quibus fuit facta [restitutionem]": Due pezzi di terra lavorativa assegnate per fondo dotale alla detta fu Bonaventura in territorio di Monteleone in voc. "La Ferriera Vecchia", "overo" sopra la Ferriera vecchia presso i beni diMaria Loreta, "relicta" di Petrus Angelini, i beni di Ioannes Maria Antonelli e la via pubblica, e una casa, acquistata come fondo dotale in detta terra di Monteleone in luogo detto "Zenzanaria" presso e sotto i beni di Carolus Iacoboni e gli atri lati la via pubblica, salvo altri confini. Tale casa fu comprata per 50 scudi e con dichiarazione che dovesse essere posta su di essa speciale ipoteca "pro dote et feudo dotalis" della detta Bonaventura. Sottoscrizioni di: Petrus Fatius, notaius e C. Cerrius. Al verso: "In dei nomine amen, 17 ianuarius 1711" Copia semplice del referto di notifica fatta alle parti alla presenza di Manlius Tagliaferro e Benedictus F ...asono, da Franciscus quondam Ioseph, quondam Iulii, alias "Campanella", pubblico baiolo e della esecuzione giudiziaria fatta, in base al mandato ricevuto, nei beni ritrovati presso Heronymi e fratelli de Morettis per giuli 25 e nei beni di Ioannes Augustinus Carmignani per giuli 10 per le spese del mandato, citazione e spese giudiziarie, pari a 2 forchette e due cucchiai d'argento per i de Morettis e di "una concha et una ramina di rame" per il Carmignani, consegnati presso la depositeria della terra di Monteleone. "Angelita Scaramuccio notarius publicus rogatus" sottoscrive e pubblica. Il reintegro è contemplato nel mandato a tale scopo emesso, anche se al verso è riportato un verbale di sequestro; l'entità dei beni sequestrati non può sostituire il valore di due pezzi di terra ed una casa, a dispetto di quanto enunciato nel titolo.