NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

037. Carpegna Falconieri Gabrielli, Scavolino, pergamena n. 37v   Attiva zoom sull' immagine nella pagina corrente Disattiva zoom sull' immagine nella pagina corrente

Francesco de Corbolis di Urbino, Matteo de Veteranis di Urbino e Luca de Pretiosis di Cagli, dottore di legge, pronunciano un lodo per dirimere le controversie insorte sui confini tra i castelli di Penna e Billi, da una parte, e di Miratoio e di Scavolino, dall’altra. Francesco de Corbolis di Urbino interviene in qualità di deputato degli uomini dei castelli di Penna e di Billi, Matteo de Veteranis di Urbino interviene in qualità di deputato della contessa Caterina di Carpegna, sia in quanto madre e tutrice dei figli Federico e Violante, eredi del fu conte Lamberto di Carpegna, sia in qualità di: sindaco e procuratrice degli uomini del castello di Carpegna, deputata del conte Ugo, anche per i fratelli Rinalduccio e Tommaso, e in vece e nome dei sindaci e procuratori degli uomini dei castelli di Miratoio e di Scavolino. Copia autentica del not. Batista Melinus de Monte Cerignone (S. T.), in data 4 giu. 1501.