NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 
 

015. Carpegna Falconieri Gabrielli, pergamene, n. 15v   Attiva zoom sull' immagine nella pagina corrente Disattiva zoom sull' immagine nella pagina corrente

Gregorio XII, poiché Benedetto vescovo del Montefeltro e tesoriere pontificio nelle province di Romagna e di Massa Trabaria si era astenuto dal nuovo giuramento, benché sotto pena di scomunica, e temendo ritorsioni dagli abitanti dei castelli di Penna e di Billi contro il vescovo Benedetto, la chiesa, i suoi sudditi e vassalli, ordina a Carlo Malatesta, domicellus di Rimini e vicario apostolico in temporalibus, di dare e assegnare i predetti castelli a Bandino dei conti di Carpegna. Copia autentica, in data 15 settembre 1674, sottoscritta dall'Arcivescovo di Sidonia e prefetto dell'Archivio segreto vaticano [Francesco Ravizza, 1665-1675], con sigillo aderente.