NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

06 ottobre 2014

Digital Heritage. Archivi audiovisivi nell'era digitale

Digital Heritage è un workshop incentrato sul ruolo del digitale nelle pratiche di conservazione, recupero e valorizzazione dei documenti d’archivio.
Tutto il laboratorio è volto all’approfondimento dei diversi formati digitali per la conversione e la
conservazione di documenti audiovisivi su supporti analogici, nonché alle pratiche di riutilizzo degli stessi, non solo in operazioni creative (film, documentario, video arte), ma anche mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie dove analizzeremo come caso studio il progetto M.I.A. – Mediateca Interattiva Audiovisiva progettato dal CETMA per l’archivio della Mediateca Regionale Pugliese.
 
3 Novembre 9:00 – 18:30 ⓜ
Marcello Seregni
Elementi di storiografia, materiali e legislazione che regola le attività di un archivio audiovisivo. Il docente prenderà come caso studio, attraverso immagini e video, il lavoro pratico e di gestione che è alla base dell’archivio cinematografico della Cineteca Italiana, anche in considerazione dei recenti cambiamenti dovuti alla tecnologia digitale.
 
4 e 5 novembre 9:00 – 18:30 ⓜ
Antonello Di Vincenzo e Mario Musumeci
Elementi di restauro cinematografico. I docenti illustreranno i vari supporti analogici (pellicola e video) e le relative tecniche di recupero e restauro dei supporti obsoleti. Le sessioni di hands on permetteranno ai partecipanti di visionare i diversi supporti e mettere in pratica le nozioni acquisite durante la lezione.
 
6-7 e 8 novembre 9:00 – 18:30 ⓜ
Reto Kromer e Mirco Santi
Studio dei diversi formati video digitali e del ruolo del digitale nella conservazione e nel recupero e
restauro dei supporti analogici. I docenti allestiranno sessioni pratiche in cui i partecipanti saranno chiamati ad estrarre i metadati tecnici di un file, convertire un file da un formato a un altro, verificare l'integrità di un file, allestire un file di diffusione a partire da un master d'archivio, generare dei DCP. A fine percorso i file DCP verranno proiettati all’interno di una sala cinematografica di Bari per mostrare i risultati delle lezioni.
 
10-11 e 12 novembre 9:00 – 18:30 ⓗ
Italo Spada
Innovazione tecnologica applicata agli archivi. I partecipanti saranno introdotti al concetto di realtà
virtuale e realtà aumentata e alle tecniche di utilizzo delle nuove tecnologie applicate alla valorizzazione del patrimonio culturale. Inoltre si analizzerà il futuro delle pmi che investono nelle nuove tecnologie e il mercato della realtà aumentata. Case study: MIA – Mediateca Interattiva Audiovisiva (strumento per la valorizzazione dei contenuti d’archivio attraverso realtà aumentata e mobile app, con i quali l’utente potrà facilmente accedere ai contenuti proposti da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento).
 
13 novembre 9:00 – 13:00 ⓜ
Diego Pozzato
Aziende che investono in cultura. Rapporto tra imprese e cultura. Qual è il raggio d'interesse delle
imprese private nell'investimento culturale? Case study: Archivio Nazionale del Cinema d’Impresa.
 
13 novembre 14:30 – 18:30 | 14 e 15 novembre 9:00 – 18:30 ⓜ
Pietro Marcello
Riutilizzo creativo di immagini d’archivio con il regista Pietro Marcello (La bocca del lupo, Il silenzio di Pelesjan), a partire da una selezione di immagini provenienti dal fondo audiovisivo Oggetti Smarriti.
 
►Legenda dei luoghi
ⓜ BARI Mediateca Regionale Pugliese – via Zanardelli, 30
ⓗ BRINDISI Hub della conoscenza c/o Palazzo Guerrieri– Via Guerrieri, 7
 
►Info iscrizioni
Tutte le lezioni sono a ingresso gratuito. L’organizzazione si riserva, tuttavia, di selezionare un numero
massimo di 30 partecipanti sulla base dell’attinenza del proprio curriculum vitae e di una lettera di
motivazione da inviare all’indirizzo dh@archiviooggettismarriti.it, specificando a quali moduli si intende
partecipare, entro venerdì 31 ottobre. Le richieste saranno soddisfatte secondo l’ordine di arrivo.
 
ASSOCIAZIONE CULTURALE FRAMMENTI
L'associazione culturale FRAMMENTI nasce nel 2010 grazie al contributo regionale PRINCIPI ATTIVI
dando vita al progetto d’archivio OGGETTI SMARRITI che gestisce con l’associazione culturale TRANSTV.
OGGETTI SMARRITI è il marchio sotto il quale le due associazioni lavorano alla raccolta di fondi filmici
privati per digitalizzarli e, grazie al contributo dei proprietari e cineamatori, catalogarli per rendere
l’archivio consultabile e fruibile da chiunque. Ad oggi Oggetti Smarriti comprende un fondo audiovisivo di
circa 50 ore di filmati amatoriali digitalizzati e catalogati su piattaforma xDams. Ogni giorno raccoglie
donazioni e richieste da famiglie che vorrebbero rivedere i propri ricordi impressi su celluloide.
 
Referente del laboratorio
Colucci Annalisa annalisa9colucci@gmail.com
Associazione Culturale FRAMMENTI Via Regina Margherita, 10 – 70015 Noci (BA)
PARTNER
APULIA FILM COMMISSION / MEDIATECA REGIONALE PUGLIESE
COMUNE DI BARI
-
Associazione Culturale TRANSTV
Associazione di Promozione Sociale INUIT – Produzioni per l’autorappresentazione
Associazione di Promozione Sociale SINAPSI
Associazione di Promozione Sociale AKUBARI
Associazione Culturale Hic Locus Est
Associazione Culturale REC
 

 

 

Fonte

istituto centrale per gli archivi - icar

Tipologia

notizia