NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

23 novembre 2017

Angiolo Mazzon

Roma, Angiolo Mazzoni. Ingegnere e architetto italiano (1894-1979)

Martedì 28 novembre 2017, ore 17.00, presso l'Accademia Nazionale di San Luca, piazza dell'Accademia di San Luca 77 - Roma, sono stati presentati i volumi Angiolo Mazzoni. Architekt der italienischen Moderne di Katrin Albrecht e Angiolo Mazzoni. Ingegnere italiano in Colombia (1948-1963) di Olimpia Niglio.

 
I due volumi sono dedicati alle opere dell'ingegnere ed architetto Angiolo Mazzoni (1894-1979), interprete della cultura architettonica della prima metà del XX secolo, dimenticato ed osteggiato dalla critica dopo il processo di epurazione postbellico e il trasferimento in Colombia.
 
Solo a partire dagli anni '70 del secolo scorso le opere di Angiolo Mazzoni ritrovano una degna collocazione grazie ai costanti rapporti epistolari conservati con Bruno Zevi e con Carlo Severati che, nella rivista «L'architettura. Cronache e storia» rimette in luce il "caso Mazzoni" e ne illustra le principali opere nonché alcuni scritti. In anni più recenti il pensiero di Giorgio Ciucci ha riportato in primo piano il ruolo fondamentale dell'opera mazzoniana con il fine di consegnare alla storia una corretta visione critica delle sue opere tutt'oggi ancora assenti nei trattati di Storia dell’Architettura Contemporanea.
 
Dopo la scomparsa di Mazzoni, nel settembre del 1979, una prima importante mostra è stata allestita a Bologna nell'ottobre del 1984 presso la Galleria comunale di arte moderna a cura dell'amico Alfredo Forti e con la collaborazione di Carlo Prosser e Alessandro Coppellotti, seguì un’esposizione presso il Mart nel novembre del 1994, sotto la direzione di Gabriella Belli, con relativo volume sulla Stazione di Trento e contributi di studiosi tra cui Paola Pettenella e Francesco Moschini. Sono poi seguiti molti altri studi monografici condotti anche presso l'Università degli studi di Firenze sotto la guida di Ezio Godoli, nonché l'importante omaggio all'architetto ingegnere Angiolo Mazzoni per la sua attività all'interno del Ministero delle Comunicazioni negli anni Venti-Quaranta, grazie a un convegno realizzato a Firenze nel 2001 i cui atti sono usciti nel 2003 nella collana "Quaderni di Architettura" del Mart.
 
Questo riscatto culturale della professionalità mazzoniana trova un ulteriore importante riscontro all'interno dei due volumi in questione e realizzati da due studiose, che per formazione e collocazione geografica hanno operato indipendentemente, ma ritrovando proprio nell'Archivio del Novecento del Mart, dove si conserva il Fondo Angiolo Mazzoni, quel denominatore comune che ha reso possibile non solo il loro incontro culturale ma anche un'ampia condivisione di conoscenze sulle opere progettate dal Mazzoni tra Italia e Colombia.
 
PROGRAMMA
 
Saluti
Francesco Moschini, Accademia Nazionale di San Luca
Paola Pettenella, Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto
Juan Mesa Zuleta, Ambasciatore di Colombia in Italia e San Marino
 
Introduce
Marzia Marandola, Sapienza Università di Roma
Mazzoni e i suoi contemporanei 
 
Presentano
Giuseppe Bonaccorso, Università degli Studi di Camerino
Volume di Katrin Albrecht
Ferruccio Canali, Università degli Studi di Firenze
Volume di Olimpia Niglio
 
Intervengono le Autrici
Katrin Albrecht
Da lontano.Le torri mazzoniane come punto focale 
Olimpia Niglio
Angiolo Mazzoni in Colombia. Tra nostalgici progetti e architetture inconcluse
 
Per saperne di più
 
 
Locandina (900 kb)

Fonte

san

Tipologia

notizia